Scegliere, nel 2016, un mercato dove poter investire non è assolutamente semplice. Sono tante le cose da tenere a mente, e ancora di più i rischi e le incertezze di ogni genere.

Prendiamo il brexit, ad esempio, ovvero il rischio di uscita del Regno Unito dall’UE. Se dal prossimo referendum del 23 giugno gli inglesi decideranno di dire addio all’Ue, entreremo tutti in un campo inesplorato. Fino ad oggi nessun paese aveva abbandonato il progetto dell’Unione Europea, ed iniziare con un paese del calibro del Regno Unito non è facile.

Se si temevamo ripercussioni se ci fosse stata l’uscita dalla moneta unica e dall’UE da parte della Grecia, non osiamo immaginare cosa accadrà dopo il brexit.

Questo rende di fatto complesso investire nel mercato azionario inglese ed europeo, oltre che nelle valute sterlina ed euro.

Voliamo ora negli Stati Uniti, dove a novembre ci saranno le elezioni del presidente degli Stati Uniti, che non potrà essere nuovamente Obama. Il paese è praticamente diviso tra Hillary Clinton e Donald Trump, con i due in testa a tutti i sondaggi. La prima presidentessa donna contro un business famoso ovunque, il timore di vivere dei mesi di sali e scendi nei mercati, oltre che imprevisti futuri, sono concreti. Questo pone dei limiti anche agli investimenti nella borsa americana e nel dollaro.

Rimangono dunque gli investimenti sicuri di più classico stampo, come i bond governativi, in maniera particolare quelli dei paesi più sicuri al mondo, come la Germania, il Regno Unito, gli States ed il Giappone. Si tratta di scelte che più che di investimento vero e proprio parlano di risparmio, in considerazione del fatto che la remunerazione che tali bond garantiscono è davvero molto bassa, se non addirittura negativa.

E’, però, un modo per non rischiare di perdere soldi in questo 2016 che si preannuncia davvero molto particolare.

Una scelta interessante è anche il mercato delle commodities, ma non nella sua globalità. Il petrolio, ad esempio, sta subendo dei grandi scossoni, mentre le pietre preziose come oro e argento potrebbero rappresentare ottime scelte.

Investire nel 2016 non sarà facile, per chi sarà in grado di prevedere correttamente i movimenti di mercato, tuttavia, ci saranno grandi soddisfazioni.